Un vino rosso dalla lunga preparazione dato che deve invecchiare almeno tre anni per ottenere la denominazione garantita. Dal colore rubino intenso  quasi granato,questo vino ha un sapore secco, mediamente tannico ed equilibrato all’invecchiamento. Prodotto con uve Aglianico del Volture Superiore può essere in parte mischiato con Aglianico.
Il vino  «Aglianico del Vulture Superiore»  e «Aglianico del Vulture Superiore» Riserva all’atto dell’immissione al consumo, deve rispondere alle seguenti caratteristiche:
colore: rosso rubino intenso tendente al granato, con l’invecchiamento può assumere riflessi aranciati;
odore: tipico, gradevole ed intenso;
sapore: secco, giustamente tannico, sapido, persistente; equilibrato ed armonico con l’invecchiamento; in relazione alla conservazione in recipienti di legno il sapore di vini può rilevare lieve sentore di legno;
titolo alcolometrico: 13,50%;
acidità totale minima: 4,5 g/l;
estratto non riduttore minimo: 26 g/l;
Inoltre per il vino “riserva” l’invecchiamento deve durare almeno 5 anni, di cui 24 mesi in botti e altrettanti in bottiglia.

La zona di produzione dei vini di cui all’art. 1 comprende l’intero territorio dei comuni di Rionero in Vulture, Barile, Rapolla, Ripacandida, Ginestra, Maschito, Forenza, Acerenza, Melfi, Atella, Venosa, Lavello, Palazzo San Gervasio, Banzi, Genzano di Lucania, escluse le tre isole amministrative di Sant’Ilario, Riparossa e Macchia del comune di Atella-

Si abbina molto bene con formaggi semi stagionati, minestre sia asciutte che in brodo, arrosti e abbacchio.