E’ un vino bianco DOCG che ha origine nelle province di Forlì, Cesena, Bologna e Ravenna.

Caratteristiche organolettiche
Secco:
– colore: giallo paglierino, tendente al dorato per i prodotti invecchiati;
– odore: con leggero profumo caratteristico dell’Albana;
– sapore: asciutto, un po’ tannico, caldo e armonico

Amabile:
– colore: giallo paglierino, tendente al dorato per i prodotti invecchiati;
– odore: caratteristico dell’Albana;
– sapore: di fruttato, amabile, gradevole, caratteristico.

Dolce:
– colore: giallo paglierino, tendente al dorato per i prodotti invecchiati;
– odore: caratteristico dell’Albana;
– sapore: di fruttato, dolce, gradevole, carat-teristico.
Passito:
– colore: giallo dorato con tendenza allambrato;
– odore: intenso, carat-teristico;
– sapore: vellutato, gradevolmente amabile o dolce.

Abbinamenti e temperatura di servizio
Il tipo Secco è indicato (servito a una temperatura di 10-12°C in calici per vini bianchi di corpo) per il pesce in generale, in particolare per i crostacei, per le zuppe e i brodetti. Si può servire anche con il fegato d’oca e con le carni bianche, specialmente col pollo in gelatina, le cervella, le animelle; può andare bene anche con minestre in brodo e creme. Molto consigliato anche come aperitivo.
I tipi Amabile, Dolce e Passito vanno invece consumati a fine pasto, con la frutta e il dessert, serviti in calici piccoli. Un abbinamento particolarmente indicato è quello dell’Albana di Romagna Passito con la ciambella.
Il migliore abbinamento per l’Albana Passito si ha con il classico Formaggio di Fossa accompagnato da miele di castagno.