Tag

, ,

Quante volte ci troviamo ad avere ospiti all’improvviso e non avere una bottiglia di vino pronta da servire alla temperatura ideale? Leggendo questo breve post scoprirete quali sono le temperature a cui si servono i vini e alcuni trucchi per raggiungerle più facilmente!

Dal caldo al freddo:
Per portare un vino bianco ad una temperatura fresca e ragionevole si può usare un secchiello riempito di acqua fredda, ghiaccio e sale grosso il quale accelera i tempi.
Dal freddo al caldo:
Viceversa se si ha poco tempo per scaldare un rosso conservato in frigo (guai) o in cantina basta avvolgerne la bottiglia in un tovagliolo impregnato di acqua calda.

Ma quali sono le temperature ideali? I sommelier dell’AIS hanno stilato una tabella a cui si può fare riferimento per togliere ogni dubbio.

Schermata 2014-01-06 alle 19.03.01

Per misurare le temperature dovreste munirvi di appositi termometri da vino i cui prezzi vanno dai 6€ in su e sono di facile utilizzazione.
Una volta raggiunta la temperatura ideale con che sequenza servo il vino?
La successione dei vini a tavola può essere eseguita in vari modi; La successione cromatica ad esempio prevede che si parta dai bianchi, continuando poi con i rosati e i rossi. La successione cronologica invece, mantenendo il colore, suggerisce di servire i vini dal più giovane a quello più invecchiato. Infine esiste la successione alcolica, seguita dai più, ovvero iniziare col vino più leggero per passare poi al più alcolico.