Tag

, , , ,

Di Claudio Bonifazi

Schermata 2014-02-10 alle 11.43.18Questo vino viene prodotto con un vitigno di antiche origini greche e medio orientali, che venne portato poi dai Fenici in Spagna ed infine Sardegna: la vitis Iberica o Torbato. Questo vitigno ha trovato un ottimo habitat nella parte nord della Sardegna, vicino ad Alghero, dove l’azienda Sella&Mosca possiede terreni calcarei che conferiscono al vino una imponente nota minerale. La vendemmia per questo vino è tardiva arriva verso ottobre e anche la lavorazione dell’uva subisce in fase di vinificazione una macerazione pellicolare. Una piccola parte del mosto viene fermentato in barrique.

Etichetta
Alghero DOC Torbato
Terre Bianche, Cuvée 161
Sella e Mosca
Annata: 2012
Vol: 14%
Vitigno: Torbato 100%

Il colore è immediato, giallo paglierino con bei riflessi dorati. L’odore, abbastanza fine, spazia da aromi fruttati come pesca e susina matura ad aromi floreali come il cardo. Imponente la nota minerale e salmastra che si percepisce, rappresentante del territorio calcareo su cui questo vitigno cresce. In bocca mostra un buon carattere, di corpo dove le due predominanti sono la sapidità e la freschezza. Pronto da bere. A mio giudizio merita un pieno 4/5

Abbinamenti
Si abbina facilmente a piatti di mare non troppo elaborati e/o salati.

English

This wine is produced with Torbato an ancient grape having its origins from the mediterranean middle-east. Phoenicians led it to the Iberic coast, and finally with the domination of Spain approaches in Sardinia.  This varietal has found an ideal habitat in the north of Sardinia, close to Alghero, where the company Sella & Mosca owns calcareous soils that give to the wine an impressive mineral note. The wine is produced just with this variety of grape, where a small portion of the mosto is fermented in barrels.

Pale yellow and golden. Fruity aromas such as peach and plum, floral with thistle and persistent mineral note. Fresh and salty is ideal to pair with fish and shrimps. It worths 4 by 5