VINI D.O.C.G.

I vini di origine controllata e garantita sono vini di pregio che devono essere prodotti seguendo una disciplinare ministeriale. E’ indicato nell’etichetta del vino e riporta rigorosamente la località geografica di produzione. E’ un titolo che viene dato a vini che hanno acquisito già la dicitura DOC che però a causa della zona geografica in cui si trovano acquistano ulteriore valore di pregio per via delle caratteristiche che un luogo riesce a conferire ad un determinato prodotto. In Italia ad oggi esistono 74 vini DOCG.

Nella sezione a destra, “seleziona un vino o una regione” scegliendo la voce “vini DOCG” potete accedere alla descrizione di questo patrimonio nazionale.
Inoltre se potessimo stilare una sorta di piramide sulla qualità dei vini potremmo dire che alla base troviamo rispettivamente “i vini da tavola”, poi a salire i vini IGT (indicazione geografica tipica), i vini DOC (denominazione e origine controllata) ed in fine sulla cima i DOCG.

Di seguito elenchiamo i vini DOCG italiani suddivisi per regione:


PIEMONTE: 16
1. Alta Langa (pinot nero e/o chardonnay dal 90% al 100%) 
2. Asti (100% moscato bianco) 
3. Barbaresco (100% nebbiolo)
4. Barbera d’Asti (barbera min 90%)
5. Barbera del Monferrato superiore (barbera min 85%; freisa, grignolino, dolcetto max 15%) 
6. Barolo (100% nebbiolo) 
7. Brachetto d’Acqui o Acqui (brachetto min 97%) 
8. Dogliani (100% dolcetto)
9. Dolcetto di Diano d’Alba o Diano d’Alba (100% dolcetto)
10. Dolcetto di Ovada superiore o Ovada (100% dolcetto)
11. Erbaluce di Caluso o Caluso (100% erbaluce)
12. Gattinara (nebbiolo, localmente spanna, dal 90% al 100%; vespolina max 4% e/o uva rara)
13. Gavi o Cortese di Gavi (100% cortese)
14. Ghemme (nebbiolo, localmente spanna, min 85%; vespolina e/o uva rara max 15%)
15. Roero (bianco: arneis min 95%; rosso: nebbiolo min 95%)
16. Ruchè di Castagnole Monferrato (ruchè min 95%; barbera e/o brachetto max 10%)

LOMBARDIA: 5
1. Franciacorta (chardonnay e/o pinot nero; pinot bianco max 50%)
Franciacorta Rosé (pinot nero min 25%)
Franciacorta Satèn (non consentito il pinot nero)
2. Oltrepò Pavese metodo classico
Oltrepò Pavese metodo classico e metodo classico rosé (pinot nero min 70%)
Oltrepò Pavese metodo classico Pinot Nero e metodo classico Pinot nero rosé (pinot nero min 85%)
3. Scanzo o Moscato di Scanzo (100% moscato di scanzo)
4. Sforzato di Valtellina o Sfursat di Valtellina (nebbiolo, localmente chiavennasca, min 90%)
5. Valtellina superiore (nebbiolo, localmente chiavennasca, min 90%)

VENETO: 14
1. Amarone della Valpolicella (corvina 45-95%; corvinone max 50%; rondinella 5-30%)
2. Bagnoli Friularo o Friularo di Bagnoli (raboso min 90%)
3. Bardolino superiore (corvina veronese 35-85%; corvinone max 20%; rondinella 10-40%; molinara max 15%)
4. Colli Asolani – Prosecco o Asolo – Prosecco (glera min 85%; verdiso, bianchetta trevigiana, perera, glera lunga max 15%)
5. Colli di Conegliano
Colli di Conegliano (manzoni bianco min 30%; pinot bianco e/o chardonnay min 30%; sauvignon e/o riesling max 10%)
Colli di Conegliano Torchiato di Fregona (glera min 30%; verdiso min 20%; boschera min 25%)
Colli di Conegliano Rosso (cabernet franc, cabernet sauvignon, marzemino e merlot, ciascuno min 10%; merlot max 40%; incrocio manzoni 2.15 e/o refosco dal peduncolo rosso max 20%)
Colli di Conegliano Refrontolo riserva/Passito (marzemino min 95%)
6. Colli Euganei Fior d’Arancio (moscato giallo min 95%)
7. Conegliano Valdobbiadene – Prosecco (glera min 85%; verdiso, bianchetta trevigiana, perera e glera lunga max 15%)
8. Lison (tai min 85%)
9. Montello Rosso o Montello (cabernet sauvignon 40-70%; merlot e/o cabernet franc e/o carmenere 30-60%)
10. Piave Malanotte (raboso piave min 70%; raboso veronese max 30%)
11. Recioto della Valpolicella (corvina 45-95%; corvinone max 50%; rondinella 5-30%)
12. Recioto di Gambellara (100% garganega)
13. Recioto di Soave (garganega min 70%; trebbiano di Soave max 30%)
14. Soave superiore (garganega min 70%; trebbiano di Soave max 30%)

FRIULI: 3
1. Colli Orientali del Friuli Picolit (picolit min 85%)
2. Ramandolo (100% verduzzo friulano)
3. Rosazzo (friulano min 50%; sauvignon dal 20% al 30%; pinot bianco e/o chardonnay dal 20 al 30%; ribolla gialla fino al 10%)

EMILIA ROMAGNA: 2
1. Colli Bolognesi Classico Pignoletto (pignoletto min 95%)
2. Romagna Albana (albana min 95%)

TOSCANA: 11
1.  Brunello di Montalcino (100% sangiovese, localmente brunello)
2. Carmignano (sangiovese min 50%; canaiolo nero max 20%; cabernet franc e/o cabernet sauvignon 10-20%; trebbiano toscano e/o canaiolo bianco e/o malvasia bianca lunga max 10%)
3. Chianti Classico (sangiovese min 80% )
4. Chianti (sangiovese min 70%; cabernet franc e cabernet sauvignon max 15%)
5. Elba Aleatico Passito o Aleatico Passito dell’Elba (100% aleatico)
6. Montecucco Sangiovese (sangiovese min 90%)
7. Morellino di Scansano (sangiovese min 85%)
8. Rosso della Val di Cornia o Val di Cornia Rosso (sangiovese min 40%; cabernet sauvignon e merlot max 60%)
9. Suvereto (cabernet sauvignon e merlot fino al 100%)
10. Vernaccia di San Gimignano (vernaccia di San Gimignano min 85%)
11. Vino Nobile di Montepulciano (sangiovese, localmente prugnolo gentile, min 70%)

MARCHE: 5
1. Castelli di Jesi Verdicchio riserva (verdicchio min 85%)
2. Conero (montepulciano min 85%; sangiovese max 15%)
3. Offida
Offida Passerina (passerina min 85%)
Offida Pecorino (pecorino min 85%)
Offida Rosso (montepulciano min 85%)
4. Verdicchio di Matelica riserva (verdicchio min 85%)
5. Vernaccia di Serrapetrona (vernaccia nera min 85%)

UMBRIA: 2
1. Montefalco Sagrantino (sagrantino 100%)
2. Torgiano Rosso riserva (sangiovese dal 70% al 100%)

ABRUZZO: 1
1. Montepulciano d’Abruzzo Colline Teramane (montepulciano min 90%; sangiovese max 10%)

LAZIO: 3
1. Cannellino di Frascati (malvasia bianca di Candia e/o malvasia del Lazio (malvasia puntinata) min 70%)
2. Cesanese del Piglio o Piglio (cesanese di Affile e/o cesanese comune min 90%)
3. Frascati superiore (malvasia bianca di Candia e/o malvasia del Lazio (malvasia puntinata) min 70%)

CAMPANIA: 4
1. Aglianico del Taburno (aglianico min 85%)
2. Fiano di Avellino (fiano min 85%)
3. Greco di Tufo (greco B min 85%; coda di volpe bianca max 15%)
4. Taurasi (aglianico min 85%)

PUGLIA: 4
1. Castel del Monte Bombino Nero (bombino nero min 90%)
2. Castel del Monte Nero di Troia riserva (nero di Troia min 90%)
3. Castel del Monte Rosso riserva (nero di Troia min 65%)
4. Primitivo di Manduria dolce naturale (primitivo 100%)

BASILICATA: 1
1. Aglianico del Vulture superiore (100% aglianico del Vulture e/o aglianico)

SICILIA: 1
1. Cerasuolo di Vittoria (nero d’avola dal 50% al 70%; frappato dal 30% al 50%)

SARDEGNA: 1
1. Vermentino di Gallura (vermentino min 95%)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...